Nasce il Conte bis: quote rosa, eurotrazione Pd e il rischio Farnesina


Adesso si attende la fiducia del Parlamento, con il caso Senato


di Leone Protomastro
Categoria: ABRUZZO-ITALIA
04/09/2019 alle ore 16:08



Un politico alle finanze, quote rosa perfettamente rispettate, rapporti con l'Ue a trazione Pd e il rischio legato alla Farnesina. Nasce il governo Conte bis, dopo che il premier incaricato ha diffuso dal Colle la lista dei ministri.

Nunzia Catalfo al Lavoro, Stefano Patuanelli al Mise, all'Interno l'ex prefetto di Milano Luciana Lamorgese, all'Economia il dem Roberto Gualtieri, alla Difesa il renziano Lorenzo Guerini, alla Giustizia confermato Alfonso Bonafede, alle Politiche agricole Teresa Bellanova, ai Beni culturali Dario Franceschini, alle Infrastrutture Paola De Micheli, alla Sanità Roberto Speranza, all'Istruzione Lorenzo Fioramonti.

E ancora: Sergio Costa confermato all'Ambiente, Federico D'Inca ai rapporti con il Parlamento, Paola Pisano all'Innovazione, Fabiana Dadone alla Pubblica amministrazione, Francesco Boccia agli Affari regionali, Vincenzo Spadafora allo sport, Elena Bonetti alle Pari Oppurtinita ed Enzo Amendola agli Affari europei. Sottosegretario a Palazzo Chigi il cinquestelle Riccardo Fraccaro.

Subito l'ok dei mercati: lo spread è sceso sotto quota 150 punti. Tra giovedì e venerdì ci sarà la fiducia in Parlamento. Se scontata sarà quella alla Camera, è al Senato che potrebbe esserci qualche perplessità. Dopo la notizia dei 9 senatori grillini tentati dal passaggio alla Lega, si registrano possibili voti contrari da +Europa e dal senatore a vita Mario Monti.

 

twitter@ImpaginatoTw