Pescara, cosa pensa Fdi sulla chiusura del parco Santa Caterina


I consiglieri Rapposelli e Pastore: "Danno enorme, ecco le nostre proposte"


di Redazione
Categoria: ABRUZZO-ITALIA
03/07/2019 alle ore 16:06



“Siamo totalmente contrari all’intenzione del Sindaco di chiudere il parco Santa Caterina da Siena. Sbigottiti nell’apprendere questa iniziativa , secondo noi troppo frettolosa e contro ogni logica in favore della città di Pescara, proponiamo invece una serie di misure tempestive utili a preservare la completa fruizione dei giardini pubblici”. 

E’ la tempestiva risposta dei consiglieri comunali di Fdi Fabrizio Rapposelli e Massimo Pastore alla notizia emersa questa mattina circa la decisione del Sindaco di Pescara Carlo Masci di predisporre la chiusura del suddetto parco all’ora di pranzo e dalle 18.30 in poi.

“Lunghe fasce della giornata, soprattutto durante il periodo estivo – riprendono i Consiglieri – in cui l’area non potrebbe essere godibile, creando così un danno enorme alla popolosa zona della città. Un provvedimento fortemente penalizzante – rimarcano – delle esigenze dei cittadini nonché dei residenti. Oltre al danno già procurato, che insiste oramai da anni , si aggiungerebbe la beffa per gli abitanti di non poter utilizzare lo spazio pubblico per trascorrervi ore liete in compagnia dei propri figli, così come per gli anziani”.

Sottolineano la necessità di mantenere sempre aperto il parco Santa Caterina, prevedendo immediate ed imprescindibili azioni di riorganizzazione. “ Come già promesso in campagna elettorale è fondamentale il controllo 24 ore su 24 con presenza fissa della polizia municipale, come è già avvenuto in precedenza. Così facendo l’intera area del parco sarebbe sempre presidiata garantendo la massima sicurezza ai cittadini, e al contempo, la persistenza dei controlli fungerebbe da deterrente per ogni malintenzionato. Altra contestuale priorità riguarda la pulizia che va assolutamente potenziata, oltre alla rimozione dei cinque cassonetti dell’immondizia presenti nella zona prospiciente l’ingresso, che oltre a non offrire un’immagine decorosa, emanano costantemente odori nauseabondi. Al loro posto, proponiamo – spiegano i due Consiglieri - l’allocazione di siti interrati di raccolta dei rifiuti. Soluzione secondo noi ottimale, da predisporre in tutta la città con appositi stanziamenti di cui ci dichiariamo fin d’ora primi firmatari. Riteniamo, inoltre, che sia opportuno ed efficace l’affidamento del parco ad associazioni e/o privati , per una più efficace gestione, con possibilità di allocarvi finanche un punto di ristoro/chiosco il cui indice potenziale è di 32mq, così come previsto dall’art 13 del Regolamento dei parchi cittadini. Ricordiamo in merito – sottolineano – come un relativo emendamento venne già da noi firmato e fu anche approvato dalla passata Amministrazione comunale. Queste sono le nostre proposte – concludono – per sconfiggere in modo definitivo il degrado imperante in quella zona della città e per rendere piazza Santa Caterina, unitamente alla adiacente piazza Muzii, zona di assoluto pregio”.

twitter@ImpaginatoTw