Chieti, Terme Romane riaprono al pubblico (grazie alla manina dei privati)


La stretta sinergia tra la Soprintendenza e la Abrex srl, che a sua volta ha coinvolto nell'operazione altre aziende abruzzesi


di Anna Di Donato
Categoria: ABRUZZO-ITALIA
11/07/2018 alle ore 16:58

Tag correlati: #abruzzo#chieti#impaginatoquotidiano

Sinergia tra pubblico e privato: e il gioco è fatto. Le Terme Romane di Chieti riaprono al pubblico. Per l’occasione, venerdì 13 luglio alle ore 11 presso Palazzo Zambra a Chieti, la Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio dell’Abruzzo presenterà il programma degli eventi estivi. 


La riapertura delle Terme è dovuta alla stretta sinergia tra la Soprintendenza e la Abrex srl, che a sua volta ha coinvolto nell’operazione altre aziende abruzzesi facenti parte del circuito di credito commerciale, ossia la Dime Srl, Berlino Progetti, Cesidio De Angelis, EdilLegno Pellegrini, Icobit.

Si tratta del primo caso di accordo per la valorizzazione del patrimonio artistico culturale tra Ministero dei Beni Culturali e Privati tramite l’uso della moneta del Circuito Abrex, nuovo modo di fare economia utilizzando la formula della permuta di beni e servizi. 


Grazie a tale accordo sarà dunque possibile presentare il cartellone degli eventi culturali che avranno luogo alle Terme Romane e a Palazzo Zambra fino al prossimo settembre. Prenderanno parte all’incontro Gianluca Vacca, sottosegretario di Stato al Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Rosaria Mencarelli, soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo e Angelo D’Ottavio, presidente della Società Abrex S.r.l.

Il programma è stato realizzato dalla Soprintendenza e dal Comitato cittadino per la salvaguardia e il rilancio di Chieti.

Alcune iniziative sono a cura della Delegazione Fai di Chieti, del Comitato promotore Club per l’Unesco di Chieti e dalle associazioni Libridine, Thearte e Kristine Rapino, Scopriteate e Noi del G.B. Vico. L’associazione Mnemosyne ha curato invece visite guidate e attività didattica.

 

twitter@ImpaginatoTw