Centrodestra d'Abruzzo verso le regionali. Martino: il prossimo presidente? Un ex An


Dopo il comunicato in cui traccia l'identikit del suo governatore "ideale" si apre il dibattito


di Lucia Rossini
Categoria: ABRUZZO-ITALIA
23/06/2018 alle ore 18:20

Tag correlati: #abruzzo#an#impaginatoquotidiano#regione

Leggendo attentamente il comunicato in merito alle prossime elezioni regionali dell’On.Antonio Martino, in cui traccia l’identikit del suo Presidente “ideale”, con tempi e modi di scelta, viene da pensare che l’aria ”buona” dei democristiani dal passo felpato (si pensi a Franco Marini) respirata da bambino sia un ricordo lontano. 

La baldanza da “leopoldino” prestato a Forza Italia sembra aver assunto la prevalenza. Con un tono da professore che non ammette repliche, l’On. Martino dà le sue pagelle politiche su promossi e bocciati, indicando Mauro Febbo ex-An, Lorenzo Sospiri ex-An, Umberto Di Primio ex-An, Emilio Iampieri ex-An, Guido Liris ex-An e Gatti ex-democristiano con ‘fuitina’ in FdI, lasciando intendere che non ci siano candidature “altrettanto all’altezza”.

Dalle liste dei papabili l’On. Martino esclude Fabrizio Di Stefano, anch’egli ex-An, come peraltro tutti quelli che invece include.

C’è poi un tentativo di far passare Di Stefano come “leghista in pectore”. A tal proposito, Martino e Pagano potrebbero invece smentire le voci per le quali altissime cariche di FI in Abruzzo, (diverse da Fabrizio Di Stefano) hanno avuto ammiccamenti con la Lega ed in particolare con il sottosegretario Durigon e potrebbero farlo informandosi presso loro amici (Botta e Di Paolo). Aspettiamo smentite.

Antonio Martino, poi, traccia un profilo del “prossimo candidato” Presidente che a suo dire dovrebbe avere “qualità in linea con il programma elettorale”.

Quali siano le qualità che una persona fisica debba possedere per essere in linea con un programma, sfugge all’umana comprensione, a meno che non intenda che se il programma fa perno sulla cultura, il presidente debba essere un culturista!!!

Quanto poi alle Liste Civiche, l’On. Antonio Martino le definisce necessarie e indispensabili. Ma se Martino pensa ad abbracci con Gerosolimo e Di Matteo, siamo certi che tutto il cdx, e in particolare FI nella zona Peligna, sia d’accordo?

Per il resto, come sempre è avvenuto, sarà la Ghisleri a stabilire i rapporti di forza nella coalizione. Se è stato così fino a ieri, non si capisce perché oggi dovrebbe cambiare lo schema. E se la Ghisleri dice che oggi Fi è un terzo della Lega in Abruzzo, il resto crediamo sia facile da immaginare, d’altronde anche lo stesso coordinatore regionale della Lega On. Bellachioma, proprio in una dichiarazione sull’argomento lo ha ribadito chiaramente.

 

twitter@ImpaginatoTw