Vigili del fuoco in congedo, che succede dopo il post su facebook contro Mattarella


Ferrante si dissocia da Cagliostro: "Questo signore non mi rappresenta, anzi non mi ha mai rappresentato. Colpo di stato in atto"



L’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco in Congedo Volontariato e Protezione Civile - Delegazione Valli Teramane, con a capo il presidente Italo Ferrante, esprime un profondo rammarico in riferimento a quanto accaduto nei giorni scorsi che ha coinvolto la delegazione di Pineto dell’ANVVFC ed in particolare il suo presidente, Giovanni Cagliostro.

Il 27 maggio Cagliostro, sulla sua pagina Facebook, infatti ha pubblicato un post contro il presidente Sergio Mattarella. Il post incriminato in cui Cagliostro ha espresso la sua opinione riguardo alla risposta negativa data dal Capo dello Stato in merito alla composizione della squadra proposta dal premier incaricato Conte, è costituito dal contenuto di una didascalia che accompagna la foto del Presidente: “questo signore non mi rappresenta, anzi non mi ha mai rappresentato. Colpo di stato in atto”.

Italo Ferrante, presidente della delegazione Valli Teramane dell’ANVVFC con sede a Canzano, in merito alla spiacevole vicenda, a nome della delegazione da lui rappresentata ed a nome del direttivo nazionale, si dissocia senza riserve da quanto scritto dal sig. Cagliostro sul suo profilo personale.

Ferrante sottolinea infatti che la loro associazione è apolitica ed opera nel pieno rispetto delle Istituzioni, con immensa stima del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e del suo operato, aggiungendo poi che il Sig. Cagliostro si scusa per quanto postato e commentato sul suo profilo privato che tuttavia non riguarda il suo ruolo di presidente di delegazione.

La Protezione Civile Regionale ed il Comune di Pineto non hanno affatto gradito questa pubblicazione: ciò ha condotto alla decisione, da parte del dirigente del servizio Protezione Civile, Antonio Iovino, di escludere dall’esercitazione di sicurezza prevista per sabato prossimo a Pineto, l’associazione Nazionale Vigili del Fuoco in Congedo Volontariato e Protezione Civile - delegazione di Pineto (con a capo, appunto, Cagliostro).

Il dirigente regionale Iovino ha commentato l’esclusione ufficiale dell’associazione: “l'amministrazione comunale ha rilevato un atteggiamento altamente critico da parte del rappresentante dell'organizzazione; si contestano le frasi di disprezzo nei confronti del capo dello Stato”.

Ed aggiunge Iovino: “si sostiene anche che l'organizzazione in più di un'occasione ha tenuto comportamenti di polemica e contrasto rispetto alle scelte effettuate in ambito comunale, atteggiamenti che hanno compromesso la leale e reciproca collaborazione tra le parti”.

Scrive sempre il dirigente regionale: “spiace constatare come un rappresentante di un'organizzazione che collabora con le istituzioni per le attività di protezione civile, esponga in maniera pubblica le proprie convinzioni politiche e di dileggio nei confronti della massima carica dello Stato, evidenziando che la lealtà nei confronti delle istituzioni e la solidale collaborazione rappresenta uno dei valori su cui poggia l'azione del volontariato. Si valuta altresì la necessità di un doveroso approfondimento sull' atteggiamento del presidente dell'organizzazione al fine di escludere la sussistenza del reato di vilipendio nei confronti del capo dello Stato”.

Iovino sottolinea infine la necessità di operare in un clima di solidarietà, alta condivisione di intenti e soprattutto correttezza istituzionale.

twitter@ImpaginatoTw