Dove saranno spesi i 15 milioni stanziati per l'area industriale abruzzese


Il Ministero dello Sviluppo Economico interviene nell'area di crisi tra Abruzzo e Marche



15 milioni di euro (su 32 complessivi stanziati dal Ministero dello Sviluppo Economico) per l'Abruzzo e la sua area industriale da rinvigorire.

Così recita il Progetto di riqualificazione industriale dell’area di crisi complessa Val Vibrata-Valle del Tronto-Piceno destinata ad una serie di Comuni della Provincia di Teramo come Ancarano, Alba Adriatica, Civitella del Tronto, Sant’Egidio alla Vibrata, Valle Castellana, Colonnella, Corropoli, Nereto, Sant’Omero, Torano Nuovo, Tortoreto, Martinsicuro.

Saranno finanziate una o più iniziative imprenditoriali per creare (e quindi implementare) la competitività nell’area di crisi compresa tra Abruzzo e Marche.

Priorità per l'accesso ai fondi sarà concessa a aziende che operano in specifici ambiti produttivi come industrie alimentari, tessili, abbigliamento, prodotti chimici, articoli in gomma e materie plastiche, prodotti in metallo (esclusi macchinari e attrezzature), autoveicoli, rimorchi e semirimorchi.

twitter@ImpaginatoTw