Il mare abruzzese? Molto malato e la depurazione fa flop


Dai prelievi di routine ARTA (di metà maggio), sono emersi dati disastrosi con superamento dei limiti di legge in ben 18 tratti di costa


di Laura Battista
Categoria: ABRUZZO-ITALIA
22/05/2018 alle ore 09:01



Dopo il drammatico rapporto ARTA sulla balneazione del 2017, i depuratori continuano a non funzionare e tutte le criticità sono rimaste invariate. Con una piovosità nella norma i problemi sono tornati a galla, con fiumi e fossi che scaricano di tutto nel mare.

L'elenco dei tratti con superamento dei limiti di legge interessa quasi tutti i comuni costieri delle tre province:

 

Teramo

Giulianova - 430 metri a sud della Foce del Salinello

Giulianova - 360 metri a nord del Fiume Tordino

Roseto - 300 m a sud del Fiume Tordino

Silvi - zona antistante torrente Cerrano

 

Pescara

Città S. Angelo - 50 m a sud del Torrente Piomba

Pescara - zona antistante via Balilla

Pescara - zona antistante via Galilei

 

Chieti

Francavilla al Mare - 140 m a su Fosso S. Lorenzo

Ortona - 350 m a nord Fiume Foro

Ortona - 400 m a nord Fiume Arielli

Ortona - zona antistante Fiume Riccio

Ortona - 50 m a nord Fosso Cintioni

S. Vito Chietino - 100 metri a nord fiume Feltrino

Fossacesia - 800 m a nord fiume Sangro

Torino di Sangro - 100 m a nord Fiume Osento

Casalbordino - 100 metri a nord foce Torrente Acquachiara

Vasto - zona antistante Fosso della Paurosa

Vasto - 300 m a sud Foce Fiume Sinello

 

Ora sono in corso i prelievi suppletivi sperando che il meteo non riservi cattive sorprese.

 

twitter@ImpaginatoTw