No al Liceo musicale ad Avezzano, Di Nicola: "Errore che mortifica territorio"


Il consigliere della Regione Abruzzo: "Auspico la Giunta riveda la sua decisione"


di Redazione
Categoria: ABRUZZO-ITALIA
11/01/2019 alle ore 09:48



Il no della Giunta alla richiesta di attivazione del Liceo musicale e coreutico presso l’IIS. “G.Galilei” di Avezzano ha scatenato polemiche non solo da parte dei consiglieri della Provincia de L’Aquila ma anche da parte del Consigliere della Regione Abruzzo Maurizio Di Nicola, il quale esprime il suo disappunto. 

“Mi associo al disappunto manifestato dai Consiglieri della Provincia di L’Aquila”, ha detto Di Nicola, “avverso la decisione adottata dalla Giunta di non accogliere la richiesta di attivazione del Liceo musicale e coreutico presso l’IIS. “G. Galilei” di Avezzano. Ritengo che questa scelta sia un errore che mortifica il territorio. Ricordo alla Giunta che il territorio della Marsica è molto più ampio dei confini amministrativi della città di Avezzano. La motivazione addotta per non accogliere l’istanza di istituzione di questo ulteriore percorso formativo, ovvero che tale indirizzo è presente a solo 20 km di distanza nella Città di L’Aquila, rappresenta un disinteresse verso tutti gli studenti che gravitano nel comprensorio marsicano, costituito da ben 37 comuni. Alcuni dei quali, come quelli dell’alto Sangro o della Piana del Cavaliere, ad esempio, che distano circa 80 km dal Capoluogo, così come quelli più periferici della Valle Roveto. La decisione assunta non fa altro che disincentivare le iscrizioni verso questo indirizzo e non tiene in considerazione i costi che le famiglie dovranno sostenere per assicurare la regolare frequenza scolastica ai propri figli che ambiscono ad una formazione specifica in ambito coreutico ed artistico. Auspico, dunque, che la Giunta riveda tale decisione per avviare una sperimentazione, all’esito della quale esaminare i dati raccolti per pronunciarsi sul mantenimento o meno di questo indirizzo di studio”. 

twitter@ImpaginatoTw