"Per Francesco, che illumina la notte": tutto sul romanzo di Elsa Flacco


Un'opera scritta da un punto di vista "laico, storico, terreno"


di Anna Di Donato
Categoria: ABRUZZO-ITALIA
10/01/2019 alle ore 08:48



Si intitola “Per Francesco, che illumina la notte” ed è lil primo romanzo della scrittrice Elsa Flacco, docente di materie letterarie al liceo scientifico di Guardiagrele (CH). Il libro, edito da Oakmond Publishing, è uscito il 4 ottobre 2017, ha ottenuto una Segnalazione d’Onore al XXXV Premio Firenze nella sezione “Narrativa Edita” e ha partecipato al Festival del Medioevo 2018 a Gubbio. 

Nel 2016 l'autrice ha pubblicato il suo primo testo teatrale, “Un palmo e mezzo sotto la terra” (Editrice Sigraf), da cui è stato tratto lo spettacolo “Chi vive?” per la regia di Veronica Pace, con musiche di Maurizio Colasanti. Il libro ha ricevuto una menzione di merito nell’edizione 2016 del Premio internazionale Salvatore Quasimodo, nella sezione “Testo teatrale” e il Premio Speciale della Giuria all’edizione 2017 del Premio letterario “Histonium”. Per saperne di più sull’opera “Per Francesco che illumina la notte”, Impaginato.it ha intervistato l’autrice. 

Com’è nata l’idea di scrivere questo romanzo?

Ho già alle spalle parecchi anni di scrittura, però di tipo saggistico. Ho sempre scritto articoli, contributi per saggi di letteratura, arte, sempre riguardanti l’Abruzzo. Un paio di anni fa, nel 2016 per la precisione, ho ricevuto la proposta di scrivere un testo teatrale e per la prima volta mi sono cimentata nella scrittura creativa. Ho scritto un testo teatrale sui briganti della Majella, di ispirazione storica, perché sono molto interessata a questo ambito. Dopo quest’esperienza, che mi ha entusiasmata, ho pensato di cimentarmi, per la prima volta, nella scrittura di un romanzo. La figura di Tommaso da Celano l’ho trovata interessante perché è abruzzese, è stato il primo biografo di San Francesco d’Assisi nonché autore del Dies irae, testo importantissimo della nostra tradizione religiosa. Per queste ragioni ho pensato potesse essere un personaggio interessante su cui costruire un romanzo storico. Sono stata anche suggestionata dalla scoperta di una nuova vita di San Francesco scritta da Tommaso da Celano, scoperta 3 anni fa e anche questo ha contribuito ad accendere il mio interesse. 

Quali sono i temi cardine affrontati nella sua opera?

ll romanzo ha come protagonista Tommaso da Celano ma nella prima parte un altro personaggio fondamentale è San Francesco d’Assisi, perché si raccontano gli ultimi due anni di vita del santo e soprattutto gli anni successivi alla sua morte: i conflitti, le lacerazioni dei francescani. Ci sono personaggi come Frate Elia o donna Jacopa dei Sette Soli (protagonista femminile), personaggi storici che hanno dei risvolti molto interessanti.  Mi sono un po’ divertita, sempre nel rispetto della storia, a immaginare vicende loro personali. D’altronde, non sarebbe un romanzo, se non vi fosse anche una parte inventata. 

Scrivendo di loro, quali sono le cose che l’hanno colpita di più di San Francesco e Tommaso da Celano?

Innanzitutto devo sottolineare che molto spesso si fraintende questo mio romanzo, poiché si pensa  sia un romanzo religioso. Invece è un romanzo scritto da un punto di vista storico, laico, terreno. Il mio personaggio di San Francesco è un uomo, non è un santo, anche se dopo la sua morte lo hanno santificato. È un uomo con un enorme carisma, portatore di un messaggio molto attuale di amore per gli uomini, per la natura, per gli animali, di pace, di fratellanza che soprattutto oggi è tornato di estrema attualità. Tommaso da Celano è un testimone, colui che viene scelto dal Papa per scrivere la vita di San Francesco perché è un uomo dotto e adora, venera Francesco ma è anche un uomo tormentato, che si trova a dover fare scelte importanti nella sua vita. 

Progetti futuri? Dove si può acquistare il libro?

Il libro è ordinabile nelle librerie fisiche ma il modo più veloce per riceverlo è tramite Amazon, dove è disponibile sia in versione cartacea sia in e-book. Il prezzo è molto contenuto poiché è stata una scelta dell’editrice quella di renderlo un libro appetibile anche dal punto di vista economico, con l’obiettivo di diffonderlo. Mi sono molto divertita e appassionata nello scrivere quest’opera e ho quasi pronto un nuovo romanzo, sempre storico ma con un’ambientazione diversa. Prima del nuovo romanzo uscirà una biografia che ho scritto su un musicista abruzzese dell’800. Presto, quindi, ci saranno molte novità. 

twitter@ImpaginatoTw