Bilancio regionale 2019: ecco cosa chiedono le associazioni d'impresa dell'artigianato


"Tornare a finanziare con risorse importanti il nostro settore, potrebbe contribuire a rilanciare sviluppo e occupazione"


di Redazione
Categoria: ABRUZZO-ITALIA
05/12/2018 alle ore 16:00



“Il bilancio di previsione 2019 della Regione Abruzzo, rappresenta l'ultima chiamata utile per dare risposte a un mondo, quello dell'artigianato, in sofferenza ormai da oltre un decennio”, ad affermarlo, una nota di Casartigiani, Claai, Cna e Confartigianato Abruzzo indirizzata alla Giunta regionale e ai capigruppo in Consiglio regionale.

Nella lettera congiunta vengono rimarcate ed evidenziate le principali richieste formulate dai micro imprenditori, in vista dell'approvazione del principale documento di programmazione regionale, la cui discussione è prevista nelle prossime settimane; si legge: “Tornare a finanziare con risorse importanti il nostro settore potrebbe contribuire a rilanciare in modo significativo sviluppo e occupazione, in un momento in cui si stanno manifestando segnali di crisi per la nostra economia”.

Diversi i temi indicati nell'agenda stilata dalle associazioni d'impresa, con il credito in primo piano. Ed ancora vengono richieste le risorse, bloccate ormai da circa due anni, relative alla convenzione sottoscritta dalla Regione con Artigiancassa per l'abbattimento degli interessi sui prestiti e per la "controgaranzia" nell'accesso al credito attraverso i confidi: centinaia di imprese hanno presentato domanda, che è stata poi approvata, ma non hanno ancora ricevuto i fondi della Regione, per un valore di circa un milione e mezzo di euro. Secondo le associazioni della micro impresa, oltretutto, la voce relativa alla convenzione con Artigiancassa dovrebbe trovare copertura anche per gli anni futuri.

Le associazioni d'impresa chiedono poi di trovare risorse per finanziare la legge regionale sull'artigianato, materia su cui la Regione ha competenza esclusiva. In particolare, la richiesta riguarda le misure sulla trasmissione d'impresa e l'aiuto allo start-up, molto importanti ed innovative. E lo stesso vale per la formazione, fondamentale per la crescita delle imprese, visto che al proprio interno figurano misure come la bottega-scuola e l'apprendistato professionalizzante; ed anche, l'artigianato digitale, previsto all'interno del programma "Impresa 4.0"; l'artigianato artistico, che con le sue produzioni d'eccellenza rappresenta da sempre l'ambasciatore più importante del nostro territorio nel mondo.

twitter@ImpaginatoTw