Ricostruzione dell'Aquila, incarico ad interim per Lucarelli


Lo hanno annunciato i sottosegretari Vito Crimi e Gianluca Vacca


di Emma Derossi
Categoria: ABRUZZO-ITALIA
05/12/2018 alle ore 16:03



Novità importanti nell’ambito della ricostruzione post sisma de L’Aquila. Giovanni Francesco Lucarelli, già dirigente unico dell’Usra (Ufficio Speciale Ricostruzione L’Aquila), rivestirà l’incarico ad interim per gli Uffici Speciali per la Ricostruzione del capoluogo abruzzese.

Si tratta di una notizia che va a risolvere un problema molto serio già paventatoci dallo stesso Lucarelli in una recente intervista rilasciata ad Impaginato.it sulla ricostruzione della città. Nello specifico, la situazione vedeva il dirigente come unica figura di riferimento per gli Uffici, per via della nomina dell’ingegner Raniero Fabrizi a Coordinatore della Struttura Tecnica della Presidenza del Consiglio che si occupa della Ricostruzione a Roma. Tale carica, essendo incompatibile con l’incarico di responsabile ad interim dell’Usra, aveva costretto Fabrizi alle dimissioni dagli uffici di L’Aquila.

Ciò aveva portato Lucarelli a divenire sì figura di riferimento per l’ufficio ma con potere decisionale limitato. In breve, un non “facente funzioni”, non essendogli stato ancora affidato alcun incarico ad interim. Incarico che, a circa un mese dalle dimissioni di Fabrizi è arrivato, come annunciato dai sottosegretari Vito Crimi e Gianluca Vacca
Naturalmente, il decreto di conferimento dell’incarico ad interim del dirigente, è stato firmato in attesa della definizione delle procedure previste dalla legge per la nomina dei vertici dell’Usra. 

QUI REGIONE 

Proprio in questi giorni la Regione Abruzzo aveva parlato di post sisma dimenticato e a questo proposito, il presidente vicario della Regione Giovanni Lolli ha così commentato il tempestivo intervento del Governo sull’incarico ad interim: “Apprezzo il fatto che con tempestività il sottosegretario Crimi ha risposto ad un problema che ieri sul tavolo delle istituzioni avevamo posto con forza e che attendeva da tempo una soluzione. Se il nuovo dirigente ha il potere di firma, da subito, senza dover attendere la bollinatura, vuol dire che questo problema, non da poco, è stato risolto. Restano altre questioni aperte, mi auguro di poter trovare la stessa disponibilità e sollecitudine che c'è stata in questa vicenda”. 

LUCARELLI

Proprio con Lucarelli Impaginato.it aveva intavolato un discorso sul funzionamento del modello Aquila, gli obiettivi e le premesse di una ricostruzione colta e intelligente. Lo stesso dirigente ci aveva detto di non aver riscontrato alcuna falla nelle tempistiche e nell’opera di ricostruzione del capoluogo abruzzese, “sostanzialmente in linea con i tempi standard”. 
La ricostruzione sta puntando sul recupero dell’identità aquilana, che ha sempre avuto un forte connotato storico artistico. Per far questo, si sta avvalendo di materiali innovativi che rendano le costruzioni più sicure. Non solo. L’Usra si sta avvalendo della tecnologia per aggiornare di continuo i processi di ricostruzione tramite un network di tecnici e consulenti in grado di monitorare costantemente la situazione. 


twitter@ImpaginatoTw