Palestra Cologna Spiaggia, retromarcia del Comune


Si torna al vecchio progetto dell'amministrazione Pavone. L'ex sindaco: "Dovrebbero dimettersi"


di Redazione
Categoria: ABRUZZO-ITALIA
04/12/2018 alle ore 08:28



L’ex sindaco di Roseto Enio Pavone, attuale capogruppo di “Avanti per Roseto-Roseto al Centro”, dice la sua sulla palestra di Cologna Spiaggia, sottolineando come l’attuale amministrazione abbia fatto un passo indietro sulle scelte fatte in merito alla realizzazione della struttura. 
“Sulla oramai “famosa” palestra di Cologna Spiaggia di cui tanto si è parlato, spesso a sproposito”, dice Pavone, “c’è una sola verità incontrovertibile: un clamoroso autogol del sindaco Sabatino Di Girolamo, e del suo vice-sindaco, Simone Tacchetti, che hanno perso due anni e mezzo di tempo (voglio ricordare che, in base al crono-programma firmato dalla mia Amministrazione, Cologna avrebbe avuto a disposizione la palestra da più di un anno e mezzo) per poi dare clamorosamente ragione all’Amministrazione guidata dal sottoscritto”. 
Pavone aggiunge che la palestra verrà realizzata nel punto scelto dalla sua ex amministrazione e incalza: “Per come è stata gestita la vicenda della realizzazione della palestra di Cologna Spiaggia ci dovrebbero essere, oggi stesso, le immediate dimissioni del Sindaco Di Girolamo e del suo Vice Tacchetti. Se infatti i cittadini di Cologna Spiaggia, e soprattutto i più piccoli, non possono ancora usufruire della struttura per le loro attività ginniche devono ringraziare proprio loro due e tutto il tempo che hanno perso prima di comprendere che la scelta da noi approvata era la migliore per la collettività. Per me, per la mia Amministrazione tutta, è una grande soddisfazione, l’ennesima, vedere che, dopo tanto tergiversare e ragionare a danno dei cittadini, il primo cittadino è stato costretto, suo malgrado, a tornare sulle decisioni che noi avevamo preso anni fa. Questa è la vera opposizione, quella che con passione ed impegno ha portato, dopo due anni e mezzo, l’Amministrazione Ginoble-Di Girolamo ad accettare una soluzione che noi avevamo adottato. Credo che ce ne saranno tante altre in futuro, come ce ne sono già state altre in passato, di “retromarce”. Adesso che finalmente si sono convinti che la nostra era la soluzione migliore si impegnino almeno affinché chi deve costruire quella palestra lo faccia immediatamente: i cittadini di Cologna Spiaggia non possono più aspettare, di tempo se n’è perso fin troppo”. 

twitter@ImpaginatoTw