Vaccini, Chiodi: in Abruzzo scelte incomprensibili



di Maria Elena Cosenza
Categoria: ABRUZZO-ITALIA
14/07/2017 alle ore 19:30



“Mentre Paolucci dice di no ai pediatri per facilitare le vaccinazioni dei bambini entro settembre in tempo per l'apertura  dell'anno scolastico, Antonio Saitta, Assessore alla Sanità del Piemonte e Coordinatore della Commissione Salute della Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome, ha dichiarato che verrà chiesta la disponibilità dei pediatri a vaccinare i bambini alleggerendo il lavoro dei centri vaccinali delle Asl”. E’ quanto dichiara il Consigliere regionale Gianni Chiodi  in merito alla dichiarazione dell'Assessore Paolucci sul diniego ad autorizzare i pediatri ad effettuare le vaccinazioni ai loro piccoli pazienti. “I pediatri di famiglia -  continua Chiodi - hanno dato la loro disponibilità a fronteggiare l’emergenza sia a livello nazionale sia regionale, mettendosi a disposizione delle strutture pubbliche offrendo finanche  il loro servizio  all'interno  dei centri vaccinali, soprattutto in questo periodo durante il quale saranno migliaia le richieste  di certificazioni  per l'ingresso a scuola”. “Sono incomprensibili - prosegue Chiodi - le decisioni che questo Governo regionale sta assumendo in merito al Decreto vaccini: si chiudono gli ambulatori  nei distretti e si rifiuta la collaborazione dei pediatri di famiglia”. “Come troppo spesso sta accadendo negli ultimi anni -conclude Chiodi -  la Regione Abruzzo non  sa prendere spunto per le sue politiche sanitarie da esempi di sanità virtuosa”.