Atri, parere negativo della Asl per l'ampliamento della discarica Santa Lucia


Il sindaco Ferretti e l'Assessore Faiazza: "Ulteriore elemento per scongiurare ampliamento"


di Redazione
Categoria: ABRUZZO-ITALIA
13/09/2018 alle ore 17:46



”L’ASL di Teramo da parere negativo sull’ampliamento della discarica di Santa Lucia. A comunicare l’esito della nota è stata la stessa Amministrazione Comunale, al fine di preservare il territorio non ha inserito nel Piano Regolatore Comunale nessun ampliamento della discarica.

“La ASL di Teramo (Dipartimento di Prevenzione UOC Servizio Igiene e Sanità Pubblica) esprime – si legge in una nota della ASL indirizzata alla Regione Abruzzo e al Comune di Atri – parere contrario sotto il profilo igienico sanitario per quanto di competenza per le seguenti motivazioni; […] non sono state fornite idonee garanzie ai fini delle condizioni di salubrità dei luoghi (acque, produzioni agricole, allevamenti animali) dell’ambiente e della tutela della salute pubblica; l’incremento del 15% in termini di conferimento dei rifiuti, non fornisce, sulla base dello stato attuale del sito condizioni sufficienti per quanto riguarda gli aspetti ambientali, igienico sanitari e di sicurezza; […] il predetto incremento di conferimento di rifiuti può compromettere i parametri di stabilità e le caratteristiche della discarica stesse, con conseguente rischio frane, sversamento di percolato, inquinamento delle acque, esalazioni ecc”.

“Leggendo nel dettaglio il parere tecnico della ASL - commenta l’Assessore all’Urbanistica e Gestione del Territorio oltre che all’Ambiente e all’ecologia del Comune di Atri, Alessia Faiazza – è evidente che non ci sono gli estremi per poter portare avanti un progetto di questo tipo. La nostra amministrazione continua dunque a ribadire la propria contrarietà e a richiedere la giusta attenzione da parte degli enti sovra comunali verso la salute dei cittadini e la tutela del territorio, obiettivi che si raggiungono con altre logiche e altre scelte”.

 

twitter@ImpaginatoTw