Dall'Abruzzo all'Europa delle Nazioni: che modello per il centrodestra italiano?


Mediterraneo, globalizzazioni e popoli: la risposta della politica alle nuove sfide della post modernità



Presente e futuro, regionale e continentale. E ancora, strategie e progetti, ma prima analisi e azioni coordinate. Questa la traccia che sarà seguita dai relatori del meeting “Dall'Abruzzo all'Europa delle Nazioni: che modello per il centrodestra italiano?” promosso da Impaginato Quotidiano e dalla Fondazione Tatarella il prossimo 21 settembre a Pescara (Aurum, ore 18).

L'obiettivo, osservano gli organizzatori, è quello di fare il punto su Mediterraneo, globalizzazioni e popoli per individare la risposta della politica alle nuove sfide della post modernità, con all'orizzonte la sfida per le regionali d'Abruzzo.

La formula scelta è quella del bar camp, con interventi da 15 minuti per consentire al pubblico di interloquire con i relatori.

 

PROGRAMMA

Introducono:

Fabrizio Tatarella, vicepresidente Fondazione Tatarella

Pierluigi Biondi, sindaco dell'Aquila

 

Partecipano:

Mario Landolfi, già ministro delle Telecomunicazioni

Silvano Moffa, già sottosegretario alle Infrastrutture

Giuseppe Bellachioma, deputato e segretario Lega Abruzzo

Fabrizio Di Stefano, deputato XVII Legislatura

Lorenzo Sospiri, consigliere regionale Fi

Francesco Proietti Cosimi, deputato XVI Legislatura

Giuseppe Tagliente, già Presidente Consiglio Regionale abruzzese

Etelwaldo Sigismondi, segretario FDI Abruzzo

Salvatore Santangelo, docente universitario

Andrea Caroppo, segretario Lega Puglia

 

Conclusioni: Daniele Toto, deputato XVI Legislatura

Modera: Francesco De Palo, direttore di Impaginato.it

 

twitter@ImpaginatoTw