San Salvo, Magnacca fa il bis: risultato amministrative dimostra crescita democratica della città


Intervista di Impaginato.it al sindaco donna che ha vinto al primo turno. Sbaragliando la concorrenza


di Paola D'Adamo
Categoria: ABRUZZO-ITALIA
29/06/2017 alle ore 09:38



San Salvo o della Repubblica delle donne. E’ un risultato eclatante quello ottenuto da Tiziana Magnacca, neo sindaco del comune del teatino. Che in questa intervista ad Impaginato.it spiega le circostanze della sua rielezione. “Nel voto dell’11 giugno a San Salvo –dice- le donne sono state premiate dall’elettorato. Nel prossimo Consiglio comunale del 3 luglio, il primo della nuova legislatura saranno presenti un sindaco donna, un vice sindaco donna e ben otto consiglieri comunali donne di cui una della minoranza. Un grande risultato che dimostra la crescita democratica e culturale della città”.

Ormai i suoi concittadini si sono abituati. Ma cinque anni fa non avrebbero mai immaginato di vedere una donna alla guida della città. Eppure Tiziana Magnacca, avvocato, candidata con una coalizione di centrodestra anche allora era riuscita a sconfiggere i suoi avversari convincendo gli elettori a sceglierla anche al ballottaggio. Dove aveva prevalso con il 58,62 per cento rastrellando ben 6342 voti contro i 4476 del suo avversario Domenico Di Stefano. Un piccolo miracolo in un Comune da sempre roccaforte del centrosinistra dove divisioni e contrapposizioni interne ne avevano però determinato la sconfitta.

E alle amministrative dell’11 giugno Magnacca ha fatto il bis. Anzi ha addirittura migliorato il risultato sbaragliando i tre avversari in campo a contendersi la fascia tricolore e cioè Angelo Angelucci, Gennaro Luciano e Osvaldo Menna. Ancora una volta favorita dalle divisioni all’interno dell’area di centrosinistra ma anche dalla parcellizzazione del voto. Risultato? Eletta, al primo turno con il 65 per cento dei voti.

Il segreto è stato forse nella scelta di presentarsi con delle liste civiche senza simboli di partiti.

“Le mie liste – sottolinea- sono espressione di tutta la società civile e ancor più da donne e uomini di varia provenienza politica. L’elemento coagulante è stata la mia proposta amministrativa che non ha colore politico, anche se rivendico con orgoglio la mia appartenenza al centrodestra”.

“Le difficoltà da affrontare nel corso del mandato sono state diverse” sottolinea parlando anche della professione e della sua famiglia. “Sono anche avvocato, moglie e, da poco più di un anno, mamma di un bambino che arrivato ad allietare la mia famiglia e ovviamente me, peraltro a 42 anni. Bisogna saper conciliare i tempi della maternità, del lavoro e della carica di sindaco. Non nego che sia una grande fatica, ma grazie alla mia famiglia ci stiamo riuscendo”.

Per il secondo mandato tanti gli obiettivi da raggiungere con grande attenzione per la scuola e il turismo.

“In primo luogo ho intenzione di continuare l’azione amministrativa avviata la scorsa legislatura con la politica del fare che ha caratterizzato la mia maggioranza e la ma giunta. Continueremo nel nostro lavoro con un’attenzione speciale al mondo della scuola, anche in termini di edilizia scolastica, voglio ricordare il progetto per il nuovo polo scolastico, delle politiche sociali, del lavoro e della valorizzazione dei settori del turismo e della cultura. L’impegno per l’approvazione del nuovo piano regolatore improntato a non aumentare la cementificazione del territorio comunale e il grande impegno per la valorizzazione di San Salvo Marina: il turismo è una delle voci che può dare nuove risorse economiche al nostro territorio che si regge principalmente sull’industria e in parte anche sull’agricoltura. Mi permetta per suo tramite di ringraziare i sansalvesi per la fiducia che mi è stata accordata: il mio impegno per far crescere San Salvo in una dinamica anche relazionale con tutto il territorio. Abbiamo ancora tante cose da fare. E le faremo insieme”.