Olimpiadi invernali: e se fosse la volta buona per l'Abruzzo?


Di Primio: "Tutto l'Abruzzo sostenga con forza la candidatura dell'Aquila del 2026"


di Redazione
Categoria: ABRUZZO-ITALIA
11/07/2018 alle ore 10:51

Tag correlati: #abruzzo#impaginatoquotidiano#laquila

Il sindaco di Chieti Umberto Di Primio, esprime un parere in merito alla proposta avanzata dall’On. Antonio Martino, di candidare la città dell’Aquila e l’Abruzzo alle prossime Olimpiadi invernali del 2026 invitando tutte le altre forze politiche a sostenere questa iniziativa.

La proposta dell’On. Martino è stata inviata al Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri Giancarlo Giorgetti.

“Sosteniamo con forza la richiesta avanzata dall’On. Antonio Martino di candidare L’Aquila e l’Abruzzo alle Olimpiadi invernali del 2026. I nostri comprensori sciistici, per altro già testati in manifestazioni internazionali, gli adeguamenti che saranno eseguiti e la capacità di accoglienza delle nostre genti sono garanzia di successo di un prestigioso evento mondiale”. Dichiara il sindaco di Chieti, Umberto Di Primio.

«La forza della candidatura di L’Aquila – prosegue il Sindaco Di Primio - risiede nel grande senso simbolico che la stessa esprime. La nostra città capoluogo, con la sua ricostruzione, è infatti laboratorio ed esempio per l’intero mondo. Il recupero della città – evidenzia il Sindaco - non può che trovare nell’assegnazione delle Olimpiadi un suggello alla capacità e alla tenacia mostrata dopo il drammatico sisma del 2009.

Le altre candidate italiane – Torino, Cortina, Milano - sono di indubbio valore ma L’Aquila e l’Abruzzo hanno tutte le carte in regole per competere ad armi pari. La candidatura del nostro capoluogo, infatti, si inserisce nel solco di quanto sottolineato dal Sottosegretario ovvero scelte condivise e contenimento dei costi. In più, e per questo ringrazio l’On. Martino per aver avanzato tale richiesta al Governo – continua il Sindaco - l’eventuale scelta del capoluogo abruzzese sarebbe anche l’ulteriore riconoscimento per chi, in questi anni, ha continuato a combattere quotidianamente per la rinascita della città. A differenza di altri sono certo che il Comune di L’Aquila e la stessa regione non avranno timori a lanciare la sfida alle altre concorrenti e a spendersi con ogni mezzo per ottenere il riconoscimento del Coni e del Governo».

twitter@ImpaginatoTw