Sarebbe potuta andare diversamente, mannaggia!


Eccoli, tutti in fila, i dolori democratici davanti alla novità giallo-verde...



Sarebbe potuta andare diversamente, mannaggia!

I dolori dei così tanto democratici e così tanto corretti (politicamente) si manifestano oramai ovunque.

Giornali e TV concordano e condividono ogni possibile e probabile sciagura. Come un'unico palinsesto. Fatto mai accaduto prima e segno perciò che la batosta è stata fortissima. Micidiale.

Persino il lamento è uguale, tipo che basta leggerne o ascoltarne uno di siffatti, accorati commenti per aver la sensazione di averli letti o ascoltati tutti.

E perciò, che peccato che quel Matteo Salvini si sia scisso da Silvio Berlusconi che adesso cerca invano di farlo azzannare da Brunetta o dal 'Giornale' di famiglia.

E che sfortuna che quel Luigi Di Maio non si sia accordato con Matteo Renzi per far vita ad un vero governo repubblicano, democratico e terzomondista capace non turbare i sonni dei burocrati UE e della gente che piace.

Che autentica iattura, poi, che quei due giovinastri abbiano agguantato, nonostante i calcoli di quel genio di Ettore Rosato, la maggioranza assoluta dei voti e dei seggi rendendo inutile ogni sussurro e ridicola ogni minaccia.

Che reale disastro che dopo non abbiano finito per litigare, per offendersi, picchiarsi e dividersi e dare così ragione implicita ai tanti sapientoni che tutto quel sicuro sconquasso stavano già raccontando e già pregustando.

Che sciagura che il buon Mattarella non sia riuscito, nonostante gli arguti consigli dei suoi argutissimi consiglieri, a far saltare il governo nascente sulla nomina di quel pericolosissimo sovvertitore di Paolo Savona.

Che tragedia che Salvini e Di Maio, col professor Giuseppe Conte in prima fila e con Giancarlo Giorgetti a lato, si siano perciò attrezzati a governare senza chiedere alcun aiuto ai soliti noti, ai super competenti, ai saputi di ogni sapere, ai semprimpiedi, ai buoni per ogni bontà;

E che guaio immane, infine, che tutti gli altri, tutti quei cari responsabili e democraticissimi messi assieme, tutti i volenterosi di centro, di destra e di sinistra, tutti i detentori del vero, del giusto e del corretto, non possano ora più nulla: ne' fermarli ne' blandirli, ma solo subirli sperando che sbaglino.

Sarebbe potuta andare diversamente, mannaggia!

Se solo dopo quel Monti, non ci fosse stato quel Letta e quindi quel Renzi e infine quel Gentiloni;

se non si fosse varata quella orribile legge elettorale;

se Matteo e Maria Elena non fossero diventati così antipatici;

se invece di toglierli avessero messo in tasca un po' di soldi ai cittadini;

se avessero cassato la pessima legge della lacrimevole signora Fornero;

se non si fossero incaponiti con una impossibile accoglienza per tutti proprio nel mentre le famiglie italiane si impoverivano;

se avessero reso più sicure le città e meno degradate le periferie;

se magari non avessero cacciato in quel modo il Berlusca impedendo al Silvio medesimo di confermare quel Patto del Nazareno che tutti li avrebbe ricompresi e tutti li avrebbe sempre garantiti e soddisfatti.

E già, sarebbe potuta andare diversamente, mannaggia!

 

twitter@ImpaginatoTw