Ponte Pescara, D'Alfonso a Delrio: ora aiutaci su ferrovie e aeroporto. Basta odio per grandi opere


Inaugurazione show della nuova infrastruttura. Il governatore ecumenico: grazie anche a chi non è della nostra parte politica


di Silvia Grandoni
Categoria: ABRUZZO-ITALIA
15/06/2017 alle ore 19:19



E’ una vera e propria festa quella organizzata per l’inaugurazione del Ponte Nuovo di Pescara, celebrata poche ora fa in perfetto stile “dalfonsiano”. Musica ad alto volume, bandierine sventolate dagli alunni delle scuole cittadine e una platea di cittadini curiosi ai piedi della vela. Il Ponte, che con i suoi 85 metri di lunghezza svetta con un pennone che arriva a 58 metri dal suolo, collegherà le due sponde del fiume, dall’asse attrezzato a via Gran Sasso.

Sul palco loro, tutti gli esponenti delle istituzioni, pronti ad accogliere il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio come una star. Tra i presenti, il governatore Luciano D’Alfonso, il sindaco di Pescara Marco Alessandrini e la giunta al completo, il segretario particolare del presidente della Regione Enzo del Vecchio, il presidente della Provincia Antonio Di Marco, il Prefetto Francesco Provolo, l’assessore alla Sanità Silvio Paolucci e molti rappresentanti delle forze dell’ordine.

Dopo l’Inno di Mameli intonato a pieni polmoni, il presidente della Regione annuncia i nomi di coloro che interverranno al discorso inaugurale. A prendere per primo la parola è il sindaco Alessandrini: “E’ arrivato un capolavoro dell’ingegneria e dell’architettura. Abbiamo scelto di intitolare il ponte a Flaiano, un grande maestro di pensiero che ha influenzato la nostra cultura”, spiega il sindaco. “Il Ponte Flaiano alleggerirà i flussi veicolari, allenterà la pressione su alcune aree strategiche della viabilità e consentirà un accesso immediato nel cuore di Pescara; ma questa opera ha anche un valore simbolico- aggiunge Alessandrini- perché i ponti legano e fanno diminuire le distanze”.

Segue l’intervento di Gianni Armani, presidente dell’Anas, società che oltre ad aver finanziato l’opera, si occuperà della gestione e della manutenzione. “Crediamo molto che un investimento sulle infrastrutture debba essere concentrato sulle aree metropolitane”, ha esordito Armani. “Rendere più fruibile l’asse attrezzato passa anche per infrastrutture come questa”.

Un discorso ecumenico, invece, quello del Governatore D’Alfonso che tiene a precisare quanto lavoro sia stato impiegato ai fini della realizzazione dell’opera: “Il ponte non è figlio dell’improvvisazione, ma di 10 lunghi anni di applicazione, da quando, nel 2007, venne concepita l’idea-progetto”. Ringraziamenti doverosi al padre dell’opera, l’ing. Enzo Siviero, che per l’occasione arriverà a Pescara nel pomeriggio.

D’Alfonso da eccellente cerimoniere in un giorno di gloria (il suo nome sarà celebrato per sempre da una delle targhe che compaiono sul ponte) tenta di spegnere il fuoco delle polemiche di questi giorni da parte dell’opposizione di centrodestra, quando rivolge la sua riconoscenza alla precedente giunta guidata dall’ex sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia per l’operato svolto e ai consiglieri dell’opposta parte politica.

Infine un appello al Ministro per risolvere –secondo il presidente- l’annoso problema dell’Abruzzo: “qui c’è un odio per le grandi opere. Invece io credo nell’aggregazione dei trasporti internazionali e innovativi. Di qui l’appello per potenziare l’asse ferroviario. E per blindare l’aeroporto di Pescara “che è stato aggredito”. E poi c’è naturalmente la questione delle strade perché Pescara “deve abbracciare in sé e dentro di sé le città limitrofe”

Più breve il discorso del Ministro Delrio che ha apprezzato la bellezza, oltre alla funzionabilità, della nuova struttura. “E’ un’opera utile, e utili per noi sono quelle opere che migliorano la vita dei cittadini. Può essere utile una pista ciclabile, può essere utile una grande autostrada e può essere utile un nuovo ponte, che fa respirare meglio il traffico della città”. Il ministro infine rimarca l’importanza di avere a disposizione infrastrutture e mezzi di trasporti efficienti: “Quando una città è vicina, perché facilmente raggiungibile, allora diventa più connessa, più attraente per gli investitori e per i turisti”.

Giunge il momento di scoprire la targa intitolata ad Ennio Flaiano, installata sul ponte e sulla quale è impressa un aforisma del noto intellettuale pescarese: “Con i piedi fortemente poggiati sulle nuvole”.

I festeggiamenti però non finiscono qui. Questa sera infatti, alle 20.30, sotto il pennone del Ponte, si procederà al taglio del nastro e quindi all’accensione dell’opera. A seguire il concerto dei Sud Sound System.

...

GALLERIA FOTOGRAFICA


  • Ponte Pescara, D'Alfonso a Delrio: ora aiutaci su ferrovie e aeroporto. Basta odio per grandi opere
  • Ponte Pescara, D'Alfonso a Delrio: ora aiutaci su ferrovie e aeroporto. Basta odio per grandi opere
  • Ponte Pescara, D'Alfonso a Delrio: ora aiutaci su ferrovie e aeroporto. Basta odio per grandi opere
  • Ponte Pescara, D'Alfonso a Delrio: ora aiutaci su ferrovie e aeroporto. Basta odio per grandi opere
  • Ponte Pescara, D'Alfonso a Delrio: ora aiutaci su ferrovie e aeroporto. Basta odio per grandi opere