Ospedale unico Piceno, maggior numero di servizi sanitari per i residenti di Marche e Abruzzo


Il sindaco Panichi: "Farò presente la questione al governatore D'Alfonso"


di Redazione
Categoria: ABRUZZO-ITALIA
13/02/2018 alle ore 07:21

Tag correlati: #abruzzo#marche#ospedale#sanità

Pietrangelo Panichi, primo cittadino di Ancarano, interviene sulla questione dell’ospedale unico della vallata Picena-Vibratiana, l'ipotetico centro al confine tra Marche e Abruzzo nel quale concentrare il maggior numero di servizi sanitari e garantire l'assistenza ai residenti delle due regioni.

“Una progettualità importante quella che è stata studiata dalla Sanità della Regione Marche - dichiara Panichi - Non entro assolutamente nel merito dei procedimenti, sia per competenza territoriale che per rispetto degli amici Amministratori marchigiani, spesso incontrati per condivisioni culturali e sociali, ma raccolgo volentieri l’appello lanciato dall’amico Sindaco di Maltignano Armando Falcioni, su un grande nosocomio al confine Marche- Abruzzo. Ritengo che un accordo tra le due Regioni potrebbe portare ad un risparmio con una condivisione di costi e di una eccellenza sanitaria pubblica. Inoltre per la Regione Abruzzo potrebbe essere una giusta soluzione alla storica problematica della mobilità passiva che porta ad un mancato equilibrio economico, gestionale".

La sfida prevede altresì l'ammodernamento delle infrastrutture stradali per i territori di confine interessati, dunque la gestione dei collegamenti con mezzi di trasporto ecologici e condivisi che possano rispondere adeguatamente alle uniformi esigenze di viabilità.

L'idea è quella di ampliare e diversificare l'offerta, pur mantenendo intatta la fruibilità delle strutture già in funzione: “Resta però inteso che i presidi esistenti devono comunque conservare una funzione sanitaria, da riformulare, finalizzandola soprattutto al potenziamento delle attività di pronto soccorso” - ha ribadito il sindaco di Ancarano- "A breve farò presente la questione con una lettera al governatore Luciano D’Alfonso affinché possa valutare l’opportunità di un contatto con la vicina Regione Marche, finalizzato alla verifica di una disponibilità collaborativa.”

twitter@ImpaginatoTw