Sisma Amatrice, il sindaco Pirozzi indagato per omicidio colposo


Nel crollo di una palazzina morirono 7 persone: ipotesi di reato formulata dai pm Gustavo Francia e Rocco Maruotti,


di Redazione
Categoria: ABRUZZO-ITALIA
09/02/2018 alle ore 20:19



Sergio Pirozzi sotto inchiesta. Il sindaco di Amatrice è iscritto nel registro degli indagati dalla procura di Rieti per il crollo di uno degli edifici in piazza Sagnotti distrutto dal sisima del 24 agosto 2016, nel quale persero la vita 7 persone.

L'ipotesi di reato, formulata dai pm Gustavo Francia e Rocco Maruotti, è di omiciodio colposo: Pirozzi, in qualità di primo cittadino e responsabile della Protezione Civile, consentiva il rientro e la fruibilità della palazzina sebbene fosse a conoscenza della pregiudicata agibilità della stessa a causa dei danni riportati dopo il terremoto aquilano.

Con il sindaco, in corsa per la poltrona di presidente della Regione Lazio, risultano indagate altre 7 persone che "in cooperazione colposa tra loro, nelle rispettive qualità e con le condotte commissive e omissive, non impedivano il crollo" : il geometra Ivo Carloni; i tecnici del genio civile di Rieti Giovanni Conti, Valerio Lucarelli e Maurizio Scacchi; il dirigente del Genio civile di Rieti, Maurizio Peron; il comandante della polizia municipale di Amatrice, Gianfranco Salvatore, e la responsabile dell’ufficio tecnico comunale, Virna Chiaretti.

twitter@ImpaginatoTw