Mal di pancia da liste? L'assessore Di Matteo saluta il Pd


Aderirà per ora alla civica "Regione facile". Ma l'addio arriva nel bel mezzo della campagna elettorale


di Redazione
Categoria: ABRUZZO-ITALIA
02/02/2018 alle ore 16:48

Tag correlati: #abruzzo#dimatteo#impaginatoquotidiano#pd

L'assessore regionale all'urbanistica Donato Di Matteo lascia il Pd, in attesa che “si possa ricostruire un partito di centrosinistra”. In una lunga lettera rivolta al segretario regionale, Marco Rapino, motiva il suo addio con un disagio nei confronti della governance regionale.

Aderirà alla lista civica “Regione facile”: nel bel mezzo della campagna elettorale e all'indomani della presentazione delle liste che molti mal di pancia sta provocando in tutti i territori per la questione legata alla rappresentatività ed alle candidature paracadutate da Roma.

Di Matteo accusa il Pd abruzzese di una "mutazione genetica all'interno del partito e del gruppo", accusando "un'assenza di condivisione e collegialità delle scelte politiche" che ha portato il partito ad evolvers in una “organizzazione leaderistica personale".

Di provenienza Ds, Di Matteo dal 2014 è Assessore ai Lavori Pubblici, Urbanistica, Parchi, Riserve e Montagna. Fino al 2009 Consigliere Comunale a Pescara, in precedenza Consigliere Regionale e anche assessore regionale ai Trasporti. Prima ancora, Consigliere Comunale s Roccamorice.

 

twitter@ImpaginatoTw