Sulmona, quel piano di rigenerazione urbana che Confcommercio non digerisce


"Il provvedimento non corrisponde alle esigenze del commercio cittadino anzi per certi aspetti va esattamente nella direzione opposta"


di Redazione
Categoria: ABRUZZO-ITALIA
28/09/2017 alle ore 16:10

Tag correlati: #abruzzo#confcommercio#impaginatoquotidiano#sulmona

Tutto il contrario di ciò che serve ai commercianti di Sulmona. La Confcommercio provinciale aquilana mette i puntini sulle “i” rispetto al piano di rigenerazione urbana ideato dal Comune. E in una missiva dettagliata rivolta al Presidente della Provincia dell'Aquila Angelo Caruso spiega nel merito cosa non va e cosa dovrebbe, invece, essere fatto per non strozzare ulteriormente il commercio e i suoi operatori.

“Confidiamo che ci sia un opportuno ripensamento su questo provvedimento che non corrisponde alle esigenze delle piccole imprese del commercio cittadino anzi per certi aspetti va esattamente nella direzione opposta” scrivono. Entrando nel merito, inoltre, considerata la notissima difficoltà dei commercianti derivante dalla crisi dei consumi che purtroppo persiste “sarebbe auspicabile l'elaborazione di un progetto di rigenerazione urbana sul quale in passato abbiamo insistito proprio per riportare nel centro storico del capoluogo peligno flussi ed iniziative volte alla  sua valorizzazione ed al suo rilancio”.

Non un ritorno al passato, dunque, ma semplicemente la richiesta che la politica ascolti i bisogni di quella gente a cui poi deve rivolgere la propria azione concreta.

Ma Confcommercio va anche oltre e annuncia che in caso di ostinazione da parte del Comune è pronta a fare le barricate: non solo agitazione provinciale del commercio, ma anche il cosiddetto Contrary Day, ovvero tutti gli associati faranno dal giorno dopo l'approvazione del provvedimento esattemente il contrario di quanto previsto dall'amministrazione.

twitter@ImpaginatoTw