Vasto, maggioranza "sotto" in consiglio comunale. Il caso Pollutri spia della crisi politica?


La mozione presentata da D'Elisa chiedeva la rimozione del componente dello staff del sindaco



Vasto. Ieri in Consiglio Comunale la maggioranza è andata sotto nella votazione per la mozione presentata dal Consigliere d’opposizione Alessandro D’Elisa, che chiedeva la rimozione di Angelo Pollutri componente dello staff del sindaco. La votazione segreta ha registrato 13 voti per il sì, 9 per il no e 2 astenuti. Tra i banchi della maggioranza quindi 4 consiglieri hanno votato contro Pollutri.

Il sindaco Menna in aula ha dichiarato prima del voto che la mozione è illegittima poiché è nella facoltà del sindaco scegliere i componenti del proprio staff. Tuttavia Francesco Menna ha comunque permesso la votazione pur di concludere questa vicenda che si trascina da mesi. Votazione che ha dimostrato come nella maggioranza ci siano evidenti strappi, che il primo cittadino dovrà ricucire al più presto.

Per i consiglieri di opposizione non è ancora chiaro all’interno dello staff il ruolo di Angelo Pollutri, ex sindaco di Cupello e organizzatore della campagna elettorale di Francesco Menna e attuale presidente del Consiglio d’Amministrazione delle Autolinee Cerella.

Il Consigliere comunale di Fratelli d’Italia-An, Vincenzo Suriani, aveva chiesto al sindaco Francesco Menna di rimuovere Angelo Pollutri dall’incarico già da tempo. Condizioni incompatibili con il pubblico impiego per l’opposizione e per cui Menna ha chiesto parere anche all’Autorità Nazionale Anticorruzione di Raffaele Cantone che ha escluso violazioni del decreto legislativo n. 39 del 2013, rimandando al sindaco l’eventuale valutazione della incompatibilità rispetto al regolamento comunale.

twitter@ImpaginatoTw

GALLERIA FOTOGRAFICA


  • Vasto, maggioranza
  • Vasto, maggioranza